meeting 2Abbiamo partecipato come Istituto Studi Sindacali, invitati dalla Uil Basilicata, alla giornata di apertura del loro "Meeting del Delegato", una tre giorni organizzata a Metaponto nei giorni 12-13-14 Ottobre.

Durata come quella di un congresso, ma c'è una differenza: qui tutto ruota intorno ai delegati che operano nei luoghi di lavoro. Confederazione nazionale, categorie nazionali, mondo dei servizi, studiosi, ospiti istituzionali: tutti chiamati ad offrire un contributo di conoscenza e dibattito i cui primi destinatari sono i lavoratori che al loro impegno professionale hanno deciso di aggiungere quello sindacale, si sono candidati nelle liste della Uil alle elezioni dei rappresentanti sindacali e hanno ottenuto la fiducia dei colleghi, con i quali continuano a relazionarsi quotidianamente.

Tutto è stato studiato dagli organizzatori e dal Centro Studi Sociali e del Lavoro della Uil Basilicata per far riuscire al meglio la tre giorni: momenti generali e approfondimenti tematici; relazioni, interventi e interviste, come quella al segretario organizzativo Pierpaolo Bombardieri, che ha chiuso la prima giornata; compilazione di questionati ed individuazione di parole d'ordine è spunti su cui sollecitare il segretario generale Carmelo Barbagallo, che sabato chiuderà il meeting, dopo aver partecipato al presidio alla prefettura di Matera, nell'ambito delle manifestazioni che si terranno in contemporanea in tutt'Italia a sostegno della piattaforma sindacale di Cgil, Cisl, Uil su Previdenza e Lavoro.

Complimenti a Carmine Vaccaro, il segretario generale della Uil Basilicata, e a tutto il gruppo dirigente di questa bella realtà regionale della Uil, che ha dato un'interpretazione operativa agli obiettivi della riforma organizzativa del sindacato, con la regionalizzazione riuscitissima delle sue strutture politiche e di servizio, e questo esempio plastico di cosa può essere un sindacato a rete, con la massima valorizzazione dei delegati nei luoghi di lavoro.

I delegati non si sono trovati davanti un'organizzazione gerarchica con vertici lontani e difficilmente raggiungibili, ma sono stati posti al centro di un sistema in cui si può dialogare agevolmente con tutte le articolazioni della loro organizzazione, a cominciare dai segretari generali.

Nelle immagini: l'intervento di apertura di Carmine Vaccaro; l'analisi di Giorgio De Rita (CENSIS); l'intervista a Pierpaolo Bombardieri

  • meeting_0
  • meeting_1
  • meeting_2

Simple Image Gallery Extended